#PedaLodi: il nuovo viaggio-evento del Movimento Lento

Il paradiso della mobilità dolce si trova alle porte di Milano: la provincia di Lodi è il primo territorio in Italia in cui la lunghezza delle piste ciclabili ha superato quella delle strade provinciali, con una rete di più di 250 km di percorsi su sede propria o protetta, e una fitta rete di strade arginali e campestri. Giovedì 16 Maggio i ciclonarratori del Movimento Lento partiranno da Milano diretti a sud, per mappare e raccontare la bellezza discreta della pianura agricola lodigiana e delle vie d’acqua che la delimitano: l’Adda e il Po.

Il viaggio durerà quattro giorni, fino al 19 Maggio: oltre ad Alberto Conte e Federico Carli di itinerAria parteciperanno Veronica Rizzoli, di Life in Travel (www.lifeintravel.it), Alberica di Carpegna, di Bikeitalia (www.bikeitalia.it), Giancarlo Cotta Ramusino, di Terre di Mezzo (www.terre.it) e il videomaker Fabio di Donato. Documenteranno con le nuove tecnologie una terra poco conosciuta ma ricca di spunti e suggestioni, soprattutto sui temi che saranno al centro dell’Expo 2015: il cibo, l’acqua, l’ambiente.

Il percorso sarà tracciato con GPS, e verrà pubblicato sul sito www.movimentolento.info insieme al racconto multimediale della giornata, con le foto più belle, il video in 3D del percorso, la mappa multimediale con le foto georeferenziate. Il viaggio potrà essere seguito “in diretta” grazie a un trasmettitore GPS che indicherà la posizione del gruppo su una mappa Google, e su Twitter e Instagram, (#PedaLodi).

Ecco il programma:

  • Venerdì 16 Maggio: da Milano a Lodi, passando per Paullo e seguendo l’argine dell’Adda
  • Sabato 17 Maggio: da Lodi a Senna Lodigiana, passando per Borghetto Lodigiano e Casalpusterlengo
  • Domenica 18 Maggio: da Senna Lodigiana a Maleo, passando per Orio Litta, percorrendo l’argine del Po verso San Rocco al Porto e Castelnuovo Bocca d’Adda
  • Lunedì 19 Maggio: da Maleo a Milano, passando per Castiglione d’Adda, Cavenago d’Adda, Lodi, Villa Pompeiana, Dresano

Il viaggio è organizzato da itinerAria grazie al contributo della Provincia di Lodi, all’interno del Progetto Integrato d’Area “Lodigiano per Expo: terra buona e percorsi di fiume”, POR FESR 2007-2013 Asse 4.