Il tour “elettrico” (26^ Tappa, da Matera a Noci)

Nel corso di questa tappa, e di quella successiva fino ad Ostuni, ognuno di noi affronta la separazione dal suo più fedele compagno di viaggio: la propria bicicletta. Un distacco doloroso dopo quattro settimane di affiatamento quotidiano, ma sicuramente stimolante. Visiteremo infatti la Valle D’Itria con le E-Bike, biciclette a pedalata assistita, guidati dal gruppo di Taste&Go.

Incontriamo i nostri accompagnatori davanti all’Abbazia di Santa Maria della Scala, nei pressi di Noci, dove ci aspetta la visita al monastero benedettino. Mentre attendiamo di entrare, chiediamo ai titolari di Taste&Go, Angela e Pasquale, di raccontarci come hanno dato vita a questa attività.

“Taste&Go è un progetto della nostra azienda, che esiste da vent’anni e si occupa di efficienza energetica e telecomunicazione. La diffusione delle E-Bike ci ha subito ispirato. E’ un mezzo in linea con i principi che muovono la nostra attività, e da la possibilità di esplorare il nostro territorio anche a utenti che non hanno la preparazione fisica per affrontare i saliscendi pugliesi con una bicicletta tradizionale”, spiega Angela.

Una parte del numeroso gruppo di Taste&Go in posa con la ebike a noleggio

Una parte del numeroso gruppo di Taste&Go in posa con la e-bike a noleggio

Attraverso il sito internet è possibile scegliere il tipo di E-Bike da noleggiare e il percorso, che i turisti possono affrontare soli o accompagnati da un “tourist assistant”. Si tratta di ragazze preparate da Antonio, esperto del territorio che studia gli itinerari dal punto di vista culturale e naturalistico. “Disponiamo di un ampio ventaglio di proposte sul territorio, da Polignano fino a San Vito dei Normanni. La nostra è una terra dalla grande discontinuità, in continuo alternarsi tra terra e mare. Proponiamo itinerari eterogenei, che cercano di coprire la regione nella sua interezza”, spiega Antonio.

I percorsi sono ottimizzati per gruppi fino a 10 persone, e si svolgono in 4 o 8 ore. Oltre alla visita del territorio includono sempre il passaggio da una masseria per una degustazione o un laboratorio. I turisti si cimentano ad esempio nella creazione di un paniere di vimini, o prendono parte alla produzione di un formaggio locale. “L’obbiettivo è far conoscere la Puglia in tutti i suoi aspetti. Offriamo la possibilità di visitare una chiesa, ma anche di osservare un artigiano locale all’opera. Riteniamo importante che il turista entri in contatto con le tradizioni del luogo, che sono parte del patrimonio culturale pugliese tanto quanto il territorio fisico.” spiega Pasquale.

Dopo la visita al monastero, che custodisce nella sua biblioteca circa mille preziosi volumi salvati dall’alluvione di Firenze del 1966, ci avviamo verso Noci, dove ci aspetta una sorpresa: saremo ospitati in un albergo 4 stelle! Per noi, abituati da tempo a tende e giacigli di fortuna, si tratta di un inaspettato ma piacevole intermezzo. Apprezziamo ancora di più la cena in un ristorante del centro di Noci, che ci da l’occasione di assaggiare delizie come fave e cicoria, melanzane ripiene, formaggi e salumi locali e tre diversi assaggi di primi.

La mattina dopo inforchiamo le E-Bike che ci sono state assegnate: per me, unica del gruppo a non aver mai provato questo mezzo, si tratta di una scoperta molto positiva. Dopo un avventuroso passaggio attraverso l’affollato mercato di Noci visitiamo le Gnostre, tipici cortili aperti sulle viuzze del centro storico in cui gli abitanti del quartiere si aggregavano per svolgere attività quotidiane come la preparazione dei pasti o i giochi dei bambini.

La nostra visita prevede un giro della Valle d’Itria, con una visita ai centri storici di Alberobello, Locorotondo, Martina Franca e Cisternino. Incontreremo inoltre realtà locali attive nel sociale e nella sostenibilità ambientale. Il percorso si snoderà fino alla nostra prossima tappa: Ostuni. Ma questa è un’altra storia.

Ottavia Mapelli

Visita il sito internet di Taste and Go.

Il percorso da Matera a Noci

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tappa facile e gradevole, in un paesaggio interessante. Nessuna particolare difficoltà.

Stampa la mappa o scarica la traccia GPS

Route 2.776.074 – powered by www.bikemap.net